A Velimir Chlebnikov


Sorry, your browser doesn't support Java.


Preferisco poco
(E non essere un governante)


Preferisco l'odore dei fiori
che nei nostri prati fibrillano
agli assassini fucili che ammazzano
chi vuole ammazzare anche me

Preferisco le ragazze che camminano
coi loro stivali nei miei occhi
alla vecchia stazione di poesia
dove il governo si ricorda di me

Preferisco il cielo maturo
nel suo sguardo paterno
all'ombra che attorno mi gira
invece di seguirmi placidamente

Preferisco morir di stanchezza
e gettarmi nelle carezze del sole
per rinascere fiume che sgorga
con fare da gran combattente

Preferisco davvero poco
E non essere un governante


~~




Indice Poeta

Indice Poesie